Curiosità4 pensieri negativi che rubano la tua felicità Eliminali!

04/11/2018 - 11h

Oserei dire che non c'è una sola persona che non vuole essere felice e quindi farà tutto il possibile per esserlo, tuttavia ci sono molte occasioni che non dipendono dagli altri ma da se stessi.

I pensieri che abbiamo nella vita sono più di quanto pensiamo, perché non ci permettono di essere completamente felici. Vuoi sapere quali tipi di pensieri sono quelli che non ti permettono di essere felice? 

1. Il linguaggio autodistruttivo

"Non posso", "Non vale la pena", "Non andrà bene", sono frasi con una negatività che spesso paralizza, al di là di ciò che non siamo in grado di raggiungere nella realtà. Mettiamo le barriere a noi stessi.

È meglio chiedere "perché no?" e provare a fare qualcosa. Almeno, ci abbiamo provato. Immagina di essere alla ricerca di lavoro. Un "Non posso" ti elimina da molte offerte prima che ti conoscano in quella compagnia. Datti una possibilità.

2. Pensare male 

Questa sembra essere la "misura di tutte le cose" per un diffidente. Se vai così, porti via molte persone che potrebbero influenzare positivamente la tua vita. Lascia che sia tu a scoprire se vale la pena conoscere quella persona. O quanto sia bello intraprendere quel progetto.

Pensare male è l'atteggiamento codardo di colui che diventa saggio da una certa distanza. Non lasciarti trasportare da un pregiudizio per pensare che tutto andrà storto prima di iniziare. Non agire perché qualcuno predice un brutto futuro senza ragioni logiche, è mettere barriere mentali senza fondamento.

3. Paragonarsi con gli altri

Il confronto è una tentazione, perché la persona è un essere sociale per natura ed è logico che quando si conoscono gli altri "prendiamo misure" e si traggano conclusioni su ciò che già sappiamo. Logicamente, tra "ciò che già sappiamo" siamo noi stessi.

Tuttavia, in questo confronto deve prevalere l'obiettivo di conoscere meglio l'individuo. Nella vita conosciamo le persone meglio di noi (si spera molte) e questo ci servirà a non frustarci o invidiarci, ma a ringraziare il dono della loro amicizia (se necessario) e imparare da loro.

4. Ancoraggio nel passato

Nostalgia e malinconia sono emozioni da dosare. Dobbiamo concentrarci su oggi e ora. Chi è ancorato nel passato, sta cercando la compassione degli altri in modo egoistico.

Non si muove e, d'altra parte, vuole che gli altri lo ascoltino. Quindi prendi decisioni oggi e vai avanti. È tempo di essere felici nella tua vita, eliminando questi pensieri.

Se ti è piaciuto questo articolo non esitare a lasciarci un commento, oltre a condividerlo. 

Tags
emozionisentimentipensierinegativirubarefelicitàpossibilità