Curiosità6 comuni abitudini delle persone altamente empatiche e sensibili: 

20/05/2018 - 02h

L'empatia è la capacità di comprendere le emozioni, le prospettive o i punti di vista di un'altra persona. L'empatia riguarda la comprensione e il sentimento di ciò che un'altra persona prova senza esserne attaccata... L'empatia ci dà fiducia nel sentimento. Crea un legame tra le persone e consente la connessione a livello del cuore.

Secondo un articolo pubblicato su Uplift, ci sono sei modi per coltivare e diventare una persona più empatica:

1. Sii curioso

Sii curioso delle emozioni degli altri e cerca di essere sinceramente interessato alla loro storia.

2. Impara a sfidare i pregiudizi scoprendo un terreno comune

Molti di noi sono stati programmati e hanno imparato etichette che ci mettono nelle scatole e questo crea pregiudizi. Le persone altamente empatiche cercano un terreno comune e cose che condividono tra loro, piuttosto che cose che le separano.

3. Vai con le scarpe di qualcun altro

Se ti chiedi cosa significa vivere con un margine sociale più povero e meno fortunato, fai quello che ha fatto George Orwell. Nel 1920, quando tornò in Gran Bretagna, decise di scoprire com'era vivere nelle regioni meno fortunate della regione. Ha scritto: "Volevo immergermi tra gli oppressi". Ha fatto proprio questo e ha documentato nel suo libro "Down and Out a Parigi e Londra". Quello che scoprì fu che i "bastardi ubriachi" non erano spregevoli. In effetti, ha fatto amicizia con questi "bastardi". Il suo tempo tra loro ha cambiato il loro punto di vista sull'ineguaglianza e sulla natura umana.

4. Ascolta attentamente e sii presente

Essere lì per qualcuno richiede un senso genuino di presenza. Quando sentiamo che dovremmo ascoltare con cuore aperto. Dobbiamo avere pazienza e, quando sarà il momento giusto; ci apriremo. La comunicazione è fondamentale e l'empatia è una strada a doppio senso. Uno scambio di energia. Essere nell'ora crea un legame di fiducia e comprensione. Tuttavia, devi sentire e capire prima di poter essere presente.

5. Utilizza l'empatia per ispirare la massima azione e il cambiamento sociale

Secondo l'articolo Uplift menzionato sopra, le persone altamente empatiche sono consapevoli di qualcosa che la maggior parte di noi non è. L'empatia, se coltivata su scala globale, ha il potere di cambiare il mondo e portare la pace attraverso la comprensione e l'accettazione. Un giornalista del diciottesimo e diciannovesimo secolo che ha scritto sull'abolizione della schiavitù ci ricorda che "gli abolizionisti mettono la loro speranza non nei testi sacri ma nell'empatia umana". Hanno fatto tutto il possibile per far capire alle persone la vera sofferenza di una piantagione o di una nave schiava. Un altro esempio è stato un consiglio di verità e riconciliazione formato dopo la guerra dell'Apartheid sudafricana. Lo scopo di questo consiglio era di permettere ai familiari del defunto di sentire dalla persona che uccise la loro amata esattamente quello che sentiva. Ciò ha permesso ad alcuni di perdonare coloro che hanno ucciso i loro cari.

6. Sii pronto a sfidare ed entrare in empatia con cose che contraddicono le tue convinzioni.

Dobbiamo imparare ad essere empatici con le convinzioni che non condividiamo. O con persone che non ci piacciono. Per essere una persona veramente empatica, devi rimanere consapevole dei sentimenti e dei movimenti di quel momento. Cerca di capire perché la persona sente ciò che prova e cosa guida le sue azioni. Questo ti mette nella posizione di osservatore e questo è un ottimo posto per essere presente e consapevole. Per concludere questo articolo vorrei condividere una visione che il "Padre dell'imprenditoria sociale", Bill Drayton ha avuto sul nostro futuro. Credeva che in un'epoca di rapido sviluppo tecnologico, la chiave per la sopravvivenza del business fosse il controllo dell'empatia. Secondo lui, gli imprenditori dovrebbero simpatizzare tra loro, perché ciò crea fiducia e lavoro di squadra. Secondo Bill, il ventesimo secolo riguardava l'introspezione, e questo è ciò che ha causato l'egoismo nell'umanità.

"Il 21° secolo deve diventare l'età dell'empatia, quando ci scopriamo non solo attraverso l'auto-riflessione, ma quando ci interessiamo alla vita degli altri. Abbiamo bisogno di empatia per creare un nuovo tipo di rivoluzione. Non è una rivoluzione antiquata costruita su nuove leggi, istituzioni o politiche, ma una rivoluzione radicale nei rapporti umani".

Tags
empatiasensibilitàpersonecomprensionevita