CuriositàLA DIPENDENZA EMOTIVA È....

16/01/2018 - 14h

Di regola, è una persona (uomo o donna) che ha profondi dubbi su se stessa.

Questa incertezza si basa sul fatto del "non posso essere amato senza motivo".

L'incertezza potrebbe essere nascosta dietro il successo esterno e la spavalderia, ma in realtà nel profondo della psiche c'è un bambino piccolo che cerca disperatamente protezione, sostegno e amore.

Avendo trovato questo in un'altra persona anche parzialmente o attribuendo queste qualità a un altro in modo speculativo, una persona ha la paura mortale di perderla.

Si aggrappa alle ultime forze per la relazione, perdonando, cedendo, ignorando i suoi interessi, solo per mantenere la persona e la relativa tranquillità mentale associate a lui.

In una persona incline a relazioni di dipendenza, di regola, una vita emotiva scarsa, più precisamente, è solo una vita ordinaria, come la stragrande maggioranza delle persone: lavoro, vita, bambini, a volte sport per la salute o la bellezza.

L'aspetto di un partner del sesso opposto trasforma automaticamente la relazione in un super obiettivo - tutte le emozioni sono legate alla relazione. Che sia cattivo, buono o, comunque, pieno di emozioni.

L'obiettivo finale della relazione è ancora la mancanza degli obiettivi strategici di una persona nella sua vita. Risolvere i compiti tattici aiuta solo a sopravvivere, ma non dà il senso di dove va la persona, come vuole vivere, cosa fare. Hai bisogno di immergerti in te stesso per rispondere alle domande più difficili della vita di "Chi sono io?" E "Per cosa vivo?". L'accesso al sé per molti è chiuso a causa dell'immaturità spirituale e personale.

Ciò implica la mancanza di lavoro ed entusiasmo, capace di prendere almeno per un po 'tutti i pensieri e le aspirazioni di una persona, e le forti intenzioni, come un faro che conduce nella vita. Se non ci sono altri punti di riferimento, l'unica disponibile è l'altra persona.

E questo è un indicatore che il primo posto nella vita di una persona non è occupato. È psicologicamente corretto mettersi in questo posto, ma in questo caso gli abusi sono possibili a causa dell'eccesso di egoismo.

Pertanto, sarebbe più salutare per una persona  avere la convinzione che la vita sia molto più saggia e più versatile di quanto possiamo immaginare,che dà la speranza che tutto si risolva nel migliore dei modi e che nessun incontro sia l'ultimo.

Spesso, la paura che "nessun altro incontreremo" è il motivo principale per preservare la relazione "sbagliata".

Questa paura ha un profondo fondamento logico. Come esseri sociali, abbiamo paura del rifiuto e dell'espulsione, perché in passato questo poteva portare alla morte.

La paura della solitudine è ricucita nei nostri geni. In una persona dipendente dalla dipendenza, è abilmente attivato in se ,a causa dell'incapacità di stabilire contatti e comunicare.

Sembra essere una sorta di cerchio di comunicazione, ma è estremamente limitato e nuove connessioni si formano duramente e raramente, un tale tipo di isolamento,  crea uno stato come se una persona fosse solanel mondo intero.

In generale iniziamo a pensare che la dipendenza emotiva sia uno sbaglio per la nostra incredulità, separazione e mancanza di amore per noi stessi e per la pace interiore. In realtà, sono le conseguenze del fatto che una persona va contro le leggi dell'universo. Nella continua ricerca perduta e nascosta della propria libertà.

Tags
dipendenza emotivasbagliocapirelibertà