PensieriRestituisci tutto il male fatto a te con la stessa intensità, ma nella forma dell'amore

29/10/2018 - 12h

Ci sono persone che attraversano il nostro cammino per aggiungere luce a ciascuno dei nostri passi, e ci sono quelli che ci insegnano a non essere come loro. Ogni volta che la vita decide che è il momento per te di essere uno di loro, scegli di essere il primo.

Dà molto più lavoro, però, è molto più gratificante.

A volte otteniamo delle delusioni abbastanza grandi da farci desiderare di non lasciare più le nostre stanze. È come se l'universo stesse mangiando popcorn con la soda mentre ci guarda agonizzare interiormente mentre sentiamo l'impatto del duro colpo subito. E non è facile svegliarsi ogni giorno per socializzare come se nulla stesse accadendo, ma, dopo tutto, è quello che facciamo, ed è quello che dovremmo fare. Se lasciamo che i nostri dolori prendano il sopravvento, non vedremo mai più la luce del sole, e questo porterà l'oscurità in tutte le aree dentro e fuori le nostre vite.

Le delusioni provengono sempre da coloro da cui meno ce l'aspettiamo e questo non è un semplice gergo usato come pubblicazione nei social network.

Quando amiamo qualcuno, ci aspettiamo molto da questa persona, sia che questo amore sia carnale, familiare o in amicizia. È inevitabile! Depositate i vostri momenti, risate, sorrisi e confessioni in qualcuno, automaticamente ci si aspetta che la retribuzione rappresenti almeno la fedeltà, ma qui avviene l'inganno; hai disegnato quella persona con solo cose buone, e quando scopri che lei ha scelto una via d'uscita dalla tua volontà, il tuo cuore sanguina, e il dolore di frustrazione strappa la terra con la stessa violenza in cui il proiettile di una pistola trafigge la pelle e la carne del suo obiettivo.

Ci vuole molto tempo per assorbire completamente il danno arrecato all'anima di una persona colpita dal dolore del tradimento, indipendentemente da come sia successo. Ma oggi sono venuto qui per dirti che devi restituire tutto a lui, ma quel ritorno deve avvenire in un modo totalmente opposto al danno che ti hai fatto.

Puoi restituire il male con il male. Senza dubbio puoi, ma diciamolo, oltre al sentimento di vendetta che non dura più di 5 minuti, cosa aggiungi a questo?

La vita è composta da cicli e quando un ciclo difficile ti colpisce, hai la possibilità di scegliere tra dare continuità o fine. Se scegli la continuità, nutrirai cattivi sentimenti, situazioni scomode e molta mancanza di pace interiore, nella ricerca di una vendetta che non sembrerà mai completa. Perché quando ci permettiamo di riempire i nostri cuori del peggio, siamo abbastanza ciechi da non renderci conto che quel momento disperato, quando è arrivata la frustrazione, è stato lasciato indietro per giorni, mesi o persino anni. Cioè, questo non fa più parte della tua vita, era solo un capitolo difficile, ma non è una storia totalmente brutta.

Ma quando si decide di assorbire il capitolo e su di esso mettere una pietra, lasciando dietro di sé un vuoto, paura, tristezza, odio e tutto il resto, quel momento fa dimenticare automaticamente l'universo, senti in carica di apertura nella tua vita un nuovo ciclo, con diverse opportunità, persone e luoghi, che ti porteranno una gioia molto più grande di quella che hai sentito nei giorni precedenti. Certo, nulla accade durante la notte, quindi dovremmo sempre ricordare che il perdono è un processo quotidiano, un cambiamento interiore che coinvolge pensieri e sentimenti. Liberare la mano del passato è molto difficile, tuttavia, tenere la mano del presente e del futuro è liberatorio.

Restituisci tutto il male che ti hanno fatto nella stessa intensità, ma nella forma dell'amore. Se non puoi essere nella vita della stessa persona che ti ha ferito, lascia che sia in un altro, ma restituiscilo.

Usa la tua storia per dare buoni consigli a coloro che hanno bisogno di un riparo; Sii la spalla dell'amico che tu stesso volevi far piangere.

Raggiungi chi è caduto nel buco; So che dovevi uscire da lì da solo, quindi ti invito a non permettere a nessun altro di lasciarti cadere la stessa quantità di volte in cui sei caduto. Offri le parole di conforto che desideri sentire, ma che non arrivano mai; ti hanno lanciato solo pietre cercando di aumentare la tua sofferenza ancora di più, quindi sii responsabile di lanciare fiori e portare bellezza nei giorni grigi di coloro che stanno ancora attraversando il processo di accettazione di ciò che è stato vissuto.

Termina questo ciclo di malizia con affetto e amore. Fai un respiro profondo ogni volta che ne hai bisogno, e se l'anima fa male, puoi piangere, non c'è niente di male in questo.

Basta, non lasciarti oscurare dalla vita degli altri come qualcuno ha fatto quando era nella tua. Sii la corda che attinge dal pozzo e non la mano che spinge giù.

Sii la luna che illumina il cielo e non la tempesta che copre le stelle. Sii il faro che conduce alla spiaggia e non al mare mosso che spaventa l'equipaggio. Sii la lampada che illumina il soggiorno e non il blackout che spaventa un intero quartiere.

Usa il tuo tempo per riempire le lacune invece di aumentarle. Ciò che è stato fatto a te è stato visto da Dio e dall'intero universo, e la ricompensa di ciascuno arriva a suo tempo, quindi pianta i girasoli invece delle spine, e avrai fiori bellissimi, un paesaggio, un giardino, uccelli e farfalle da raccogliere quando meno te lo aspetti.

Se la vita ti dà limoni, fai una limonata, una caipirinha, condisci un'insalata, aggiungilo alla soda. Basta non spremerli negli occhi degli altri o nei tuoi.

Credici: anche se aspro e acido, il limone può portare dolcezza e sapore alle tue giornate, ma tutto dipende da come lo usi.

Tags
forzaamoreodiotrasmetterevendicarsibisognoanimapiangeresentimentivitafuturopassatopresentecapacitàandareavanti