CuriositàUn bambino di 8 anni lascia crescere i suoi capelli per due anni per donarli ai bambini malati di cancro

04/12/2018 - 16h

Coloro che vivono con questa malattia affrontano molte battaglie ogni giorno, cercano miglioramenti e la possibilità di riprendere una vita normale, con una nuova pagina vuota per scrivere le loro storie.

Se per gli adulti è già molto difficile da affrontare la vita che viene letteralmente stravolta a causa di quello che il cancro comporta, per i bambini può essere ancora più complicato, e la presenza e il sostegno dei propri cari e di tutti coloro che si sentivano nel loro cuore la necessità di fare del bene è molto più che benvenuto.

La compassione per il prossimo è una delle capacità che ci differenzia, che ci rende unici, e una delle abilità che dobbiamo preservare, perché non c'è nulla di più puro e bello che rendersi conto che i bisogni dell'altro sono più grandi dei nostri, e capire che dare il nostro tempo a lui non ci diminuisce, né ci fa ritardare, al contrario, ci rende migliori, più evoluti e più felici.

Un bambino americano di 8 anni mostra quanto sia importante la compassione e quanto sia speciale giocare un ruolo attivo nel migliorare la vita di chi lo circonda.

Il bambino aveva quasi 8 anni quando vide sua madre che guardava un video che raccontava la storia di una ragazza che aveva perso i capelli in un trattamento per il cancro. 

Il video lo entusiasmò e decise che avrebbe aiutato la causa a modo suo.

Così, Thomas ha lasciato crescere i suoi capelli per due anni, per poerli donare ai bambini che fanno la chemio. Dopo due anni, i suoi capelli erano sufficienti per realizzare 3 parrucche, un numero impressionante.

Dopo essersi tagliato i capelli, il cambiamento era troppo grande e allora Thomas tornò al suo taglio originale, ma è grato di essere stato in grado di aiutare i bambini che sono coinvolti nella lotta contro il cancro.

Un'altra la storia bella e stimolante!

Riflettiamo sul grande esempio che è stato Thomas e rendiamoci conto di ciò che possiamo fare per aiutare le persone che lottano ogni giorno per le loro vite. Anche se semplice, ogni atteggiamento è speciale e significa molto per coloro che ne hanno bisogno.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo con i tuoi amici sui social network!

Tags
thomasstoriaesempiocancromalattiacurarebisognoaiutothomas