OroscopoGli Dei hanno benedetto ogni segno zodiacale con un dono divino

16/11/2017 - 18h

Zeus, il Dio degli Dei, leader del monte Olimpo amava così tanto il suo creato che benedisse ciascuno dei minori mortali con abilità speciali per condurre la loro vita. Ognuno dei segni stellari ha ricevuto la propria capacità distintiva che li ha resi più evidenti rispetto ad altri zodiaco. Nonostante la mitologia, alcune qualità si riflettono realmente nei tratti rappresentati da ciascun individuo nato in quei mesi specifici. Ognuno nel suo piccolo è speciale.

ARIETE

Secondo la leggenda un panno pregiato dorato doveva essere recuperato, ma comportava un viaggio pericoloso. Giasone e gli Argonauti accettarono il compito di riportare il Vello d’oro.  La loro ricerca fu piena di ostacoli, ma non persero mai la loro ambizione o il loro morale nonostante le battute d'arresto. Alla fine Giasone dovette scegliere tra la sua vita e il successo della missione e determinato com'era, si sacrificò senza esitare. Zeus ha onorato l'altruismo di Giasone disegnando il Vello d’oro in una costellazione.

Il dono degli Dei ad Ariete èl’onore riconoscendo la sua cieca fede e la devozione disinteressata alle cause. Non sarà mai in difficoltà e continuerà ad affrontare le sue sfide. Non è nella sua natura arrendersi di fronte alle avversità.

TORO

La leggenda narra il sacrificio di un giovane ragazzo agli Dei per placarli. Il sacrificio è stato ordinato dal re corrotto che ospitava una terribile bestia mitica chiamata Minotauro con la testa di un toro e il corpo di un uomo. Il ragazzo scelto sarebbe stato lasciato nella tana del Minotauro, un labirinto dal quale non sarebbe mai riuscito ad uscire. Teseo fu scelto per il sacrificio, ha affrontato il Minotauro e lo ha sconfitto.

Toro è dotato del potere di Dio. Come la leggenda sopra, non importa quanto forte sia l'opposizione, Toro sarà sempre intelligente e troverà il modo di emergere vittorioso. Ha la capacità di scavare profondamente nella sua anima e di trovare riserve di energia che possono consentirgli di superare anche le situazioni più difficili.

GEMELLI

ll segno zodiacale è ispirato dalla leggenda di un amore senza fine fra i due fratelli Polluce e Castore finita tragicamente con la morte del secondo. Per consolare il fratello Zeus gli offrì di vivere con gli dei sul Monte Olimpo, ma Polluce rifiutò. Per rendere il loro amore immortale e farli vivere ancora insieme, Zeus li ha fatti due stelle brillanti.

Le persone dei Gemelli sono benedette con il proverbiale dono della comunicazione. Hanno la capacità di manipolare il loro pubblico molto facilmente poiché hanno abilità affascinanti quando si tratta di parlare. Essi vi convinceranno del loro punto di vista senza che ve ne rendiate conto. Sottili e calcolatori sanno come far prevalere la loro opinione.

CANCRO

La leggenda narra di Ercole a cui è stato chiesto di fermare Idra, l'ottava testa di mostri marini che terrorizzava le persone. Era inviò anche il re dei granchi ad aiutarla ma Ercole riuscì ad ucciderlo calpestandolo con il suo calcagno. Riconoscendo i suoi servizi Era immortalò il re dei granchi facendo una costellazione in suo onore.

Il dono conferito a questo quarto segno dello zodiaco è lalealtà. Cancro si prende tutto il tempo necessario per conoscere l’altra persona, ma una volta che la conosce sarà la più fedele che si possa avere. E’ noto per essere troppo semplice nel suo amore  molti possono approfittare di questa sua lealtà.

LEONE

La leggenda narra l’impresa di Ercole nell’uccidere il leone Nemeo che terrorizzava il popolo. Ercole riuscì nell’intento strozzandolo, in seguito se lo mise in spalle e lo portò fino a Micene dove gli fu ordinato di portarlo fuori città. Ercole allora prese uno dei suoi artigli e ne squarciò la pelle che gli servì come armatura.

Come il segno implica, gli Dei hanno dotato questo segno e le sue stelle di orgoglio. Il Leone potrebbe anche sbagliarsi ma non lo ammetterebbe mai per orgoglio. Come la pelle del leone era impenetrabile alle frecce esterne, allo stesso modo le persone del Leone non considerano importanti le parole altrui e hanno il proprio parere personale. È molto difficile che il loro ego abbandoni la guardia per lasciare spazio alla ragione.

VERGINE 

Secondo la mitologia greca, Persefone è stata rapita dal Dio dell'inferno Ade perché ne era innamorato e voleva sposarla. Quando Demetra la madre la trovò, chiese aiuto a Zeus che riusciì a trovare un accordo nel quale Persefone doveva vivere metà dell’anno negli inferi con il marito  e l’altra nell’Olimpo con la madre. Questo viaggio simboleggia il cambio delle stagioni.

Il dono divino per la Vergine dal monte Olimpo è la sua capacità di adattarsi. Proprio come Persefone si è adattata alla sua realtà. È possibile sottoporre la Vergine alle situazione più dure possibili, ma saprà superarle. La sua voglia di essere sempre ottimista la rende perfetta nell’adattarsi a ciò che la circonda.

BILANCIA

La bilancia è un segno di stelle ispirato alla dea della giustizia Temi. Le bilance che tiene in mano rappresentano le grazie e i peccati degli esseri umani. In altre leggende greche queste bilance sono un modo per rappresentare il karma, in quanto ogni azione ha conseguenze che dovrai affrontare prima o poi.

Il dono divino per la Bilancia è la sua affinità per la giustizia. Sarà molto equa nella sua quotidianità con altre persone. Ha in sé norme morali rigorose e si distingue per i suoi principi. Questo la rende schietta e diretta, non cercherà mai di nascondere la verità.

SCORPIONE

La leggenda narra di un grande cacciatore Orione che si innamorò e perseguitò le belle figlie di Atlante e di Pleione, le Pleiadi. Gaia l'antica dea della Terra le aiutò mandando un grande scorpione che uccise Orione. Tutte e tre Orione, le Peadi e lo Scorpione divennero costellazioni.

I mortali sotto questo segno di stelle hanno il dono della passione. Faranno di tutto per esprimere il loro amore e saranno pronti a perseguitare se necessario. Tuttavia c'è una lezione da imparare dal mito che il troppo ti può avvelenare e renderti ignaro delle conseguenze.

SAGITARIO

La leggenda ruota attorno al magnifico centauro Chirone, figlio del Dio dei mari Poseidone. Metà uomo e metà cavallo aveva il dono dell'immortalità Accidentalmente, è stato colpito da una freccia velenosa e soffrendo molto donò la sua immortaità a Prometeo. Zeus lo volle comunque accanto a se creando la costellazione del centauro.

Il dono degli Dei per il Sagitario è la fortuna. Poiché hanno una natura spontanea, non pianificano le cose e sono i più fortunati dello zodiaco perchè lasciano la maggior parte delle cose al caso.

CAPRICORNO

Il segno stellare è ispirato dalla grande Dea del mare la capra natalizia Amaltheia. Questa capra diede il latte a Zeus i primi anni di vita e per riconoscenza per la sua lealtà  servizio Zeus la immortalò  in una costellazione.

Il dono degli dei per Capricorno sono  il successoe l' abbondanza. Tuttavia le persone del Capricorno apprezzano il fatto che il successo non li coglie impreparati. Cercano così la perfezione e danno semmpre il meglio per rendersi degni della loro ricompensa.

ACQUARIO

La leggenda racconta di un bel giovane principe, Ganmede così bello che Zeus se ne innamorò e, trasformatosi in aquila lo rapiì e  lo fece vivere con gli dei sul Monte Olimpo. Egli divenne il coppiere degli Dei, con il compito divino di versare le tazze di Dio con il nettare della giovinezza eterna.

Aquario ha il dono dell'unicità. Ha opinioni non convenzionali nel suo ambiente e gli piace guardare le cose da una prospettiva molto particolare. Non seguono le tendenze e non se ne preoccupano.

PESCI

La leggenda narra di un mostro a tre teste, Tifone che  attaccò l'Olimpo. Gi Dei si dispersero in direzioni diverse trasformandosi in animali, Afrodite e suo figlio Eros si trasformarno in pesci  e  nuotarono in direzioni diverse.

l pesci hanno ricevuto il dono della fantasia. Sono grandi pensatori e non si riposano finché i loro sogni non divengono realtà.  Possono convincersi di raggiungere compiti apparentemente impossibili credendo in se stessi. Ma alle volte tendono a voler realizzare compiti impossibili.  

Tags
Donodivinosegni