PensieriNon avere paura delle parole, abbi paura dei silenzi

02/02/2018 - 22h

Non ti preoccupare quando ti urlo o quando ti do la colpa di qualcosa. Non preoccuparti quando sono isterico e ti sto rispondendo con parole arrabbiate che spiegano il motivo della mia rabbia. Non aver paura quando busso alla tua porta nel bel mezzo della notte, perché fa male. Non perderti quando piango di notte per quello che hai detto.

Tutte queste sono espressioni d'amore, sete della tua attenzione, dimostrano quanto ti amo.

Ma preoccupati, quando i miei messaggi diventano monosillabici, quando non vengo da te, smetto di piangere e reagisco male ai messaggi arrabbiati. Perché significa che non sopporto più le liti, la rabbia e i nervi che suscitano la mia passione. Sono diventato freddo nei tuoi confronti.

Il mio silenzio è più pericoloso delle parole, può essere molto più doloroso. Significa che non occupi più i miei pensieri.

Vedi, mi piace parlare, posso chiacchierare all'infinito, perché le parole vengono dal mio cuore, mostrano i miei sentimenti, la mia sincerità.

Ma odio il silenzio. Le parole significano amore, il silenzio è l'inizio della fine.

Il mio silenzio significa che non ti meriti le parole. Il mio silenzio è la risposta alla tua indifferenza. 

Quindi non abbiate paura delle mie accese discussioni, i modi in cui cerco di mostrarvi chi sono, le lacrime che non posso trattenere, perché questo significa che ci tengo. Non aver paura, apprezzale.

Ma abbi paura del giorno in cui tutto si ferma, del giorno in cui non mi arrabbierò più alle tue parole, non ti cercherò più, perché questo significa che sono pronto per andare avanti senza di te.

Tags
personesentimentipaurasilenzio