Curiosità7 modi per capire che ti ama davvero

07/10/2022 - 10h

7 modi per capire che ti ama davvero

Molti possono essere tentati di pensare che persone che esprimono con facilità frasi come “Ti amo“, “Sei la persona più importante per me” e così via, siano persone che amano davvero quando anche qui si tratta solamente di persone molto espressive, sicuramente più a contatto con le proprie emozioni e a loro agio nella relazione.

Essere espressivo e aperto non ha niente a che vedere con il vero amore. Una persona può non dire mai o spesso “Ti amo“, ed essere ugualmente piena di amore verso se stessa ed il prossimo. Semplicemente è incapace di esprimere a parole ciò che vive interiormente. Questa persona esprimerà il suo amore in modi diversi.

Il Vero Amore accade nella quotidianità degli eventi, nei piccoli gesti e nelle accortezze di tutti i giorni…ed è  da ricercare nei fatti dell’Amore, negli accadimenti reali, siano essi azioni o emozioni. Nonostante ogni relazione sia diversa dalle altre, è possibile riconoscere una serie di “segnali” che ci fanno capire se la storia che stiamo vivendo sia quella del “per sempre”.

1. Appagamento completo

Questo è sicuramente il primo segnale da cui partire. Non può mancare quando una relazione si basa sull’amore e il sentimento che si prova è profondo. La sensazione di appagamento deve nascere naturalmente, in modo tale che il partner possa solo migliorarci la vita, e che ci faccia sentire liberi.

2. Complicità e Sintonia

Quando due persone si vogliono bene e provano un certo affetto reciproco, è la normalità sentirsi complici ed in sintonia. Sentirsi complici in amore significa supportarsi sempre ed essere sempre una coppia. Infatti nessuno dei due prevale sull’altro se ci sono questi due ingredienti che fanno parte della relazione e soprattutto dell’amore.

3. Rispetto

Il rispetto è qualcosa che non può mancare mai in una relazione, che sia appena nata o meno.  Il rispetto è prima di tutto un atto d’amore. Se non scegli di amare, non avrai mai rispetto per qualcuno.Se si tiene a una persona il rispetto nasce automaticamente. Ancor più importante se si tratta di relazioni e amore. Il rispetto nella coppia deve tradursi in una capacità di osservare l’altro in modo autentico, mettendo da parte le proprie pretese oppure l’immagine ideale che ce ne siamo fatti. Significa anche non pretendere, di conseguenza, che si adegui a noi, alle nostre idee o al nostro modo di vedere le cose. Significa non forzare nessuno a cambiare per farcelo piacere: questo è rispetto nella coppia.

Rispetto in amore significa anche sincerità ed onestà nei confronti degli altri, niente “bugie a fin di bene”, niente inganni o manipolazioni: d’altronde non ce ne sarà alcun bisogno se siamo realmente interessati agli altri e pronti ad amare.

4. Libertà

Spesso Amore e Libertà vengono vissuti nella contrapposizione. La Libertà è associata all’indipendenza, l’Amore al suo contrario. In realtà, la Libertà è il primo presupposto dell’Amore, dove per essere-libero non si intende agire-senza-limiti ma essere libero nell’unicità. Se il punto di partenza è la Libertà vuol dire che deve esserci un’individualità capace di indagare se stessa, ovvero capace di percepirsi, scomporsi ed esplorarsi. Perché essere-libero vuol dire anzitutto AmarSì. Ovvero dire Sì a se stessi e alla vita che si è. Ed è proprio con questa libera individualità che emerge la forza dell’Amore.

Continua a leggere...

5. Progettualità

Ogni coppia si va a costituire e costruire sulla base di progetti condivisi, che hanno il fondamentale ruolo di tenerla unita. Una coppia si può costruire nella volontà di creare una famiglia, nella volontà di acquistare una casa, nella volontà di avere un figlio o più di uno.

Ovviamente nel corso della vita questi progetti cambiano, alcuni possono essere raggiunti, altri magari vengono falliti, ma dal mio punto di vista fino a quando c’è un allineamento tra i due partner, rispetto a quali sono le priorità e quali sono le direzioni percorribili per poterle raggiungere, la coppia è spesso in grado di affrontare le difficoltà, anche quelle più complicate e faticose, poiché entrambi sono in grado di supportare l’altro. Esiste un “noi” che diventa più della somma delle singole parti che lo costituiscono.

Nel momento in cui invece i progetti non sono condivisi e/o sono assenti, la coppia perde una enorme spinta per quanto riguarda sia la possibilità di stare insieme, sia la possibilità di affrontare dei problemi.

Avere dei progetti è ciò che permette alla coppia di riorganizzarsi e di riscoprirsi, di rigenerare, modificare e ricontrattare costantemente un “noi” che nel momento in cui i progetti falliscono, poiché non vengono determinati o condivisi, viene perso. E’ questo il nemico più subdolo, più insidioso, che si può innestare all’interno del legame di coppia.

6. Evoluzione

La relazione stabile è una chimera. Quando una relazione diventa stabile significa che è morta. L’essere umano, come tutta la realtà, è movimento. Senza di esso non c’è vita. La stessa cosa vale per la relazione. Senza movimento, muore.  Perciò è importante che il Vero Amore sia fatto di continui movimenti e cambiamenti. L’Amore ha bisogno di rinnovo, come la pianta ha bisogno di acqua per sopravvivere.

7. Confronto costruttivo

Le difficoltà che si incontrano quotidianamente possono diventare delle autentiche sfida per una coppia e possono scaturire accesi diverbi e liti, che di romantico hanno ben poco. Tutto ciò non solo è assolutamente normale, ma, in molti casi, è persino necessario. Una discussione può aiutare la relazione a crescere, a maturare e a rafforzarsi ulteriormente.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Tags
amorerelazionicoppia
Ads