PensieriAffrontare il difficile compito di essere genitori dei nostri genitori

12/01/2019 - 12h

"Siamo pronti a gestire l'educazione dei nostri figli, ma per noi è difficile stare al passo con la vecchiaia e il deterioramento di coloro che ci hanno dato la vita: ragioni, testimonianze e consigli".

Essere padre è contenere, sostenere, accompagnare la crescita, essere garante dei nostri figli. Siamo bambini quando nasciamo e siamo bambini quando invecchiamo. In questa curva, noi bambini cessiamo di essere curati e diventiamo assistenti.

L'equazione della protezione è invertita, quelli che ci proteggevano ora hanno bisogno della nostra protezione. E gli uomini e le donne sono preparati, anche se spesso non sappiamo come, amministrare l'educazione dei nostri figli.

Ma non siamo nella posizione di farlo con i nostri genitori. Possiamo chiederci perché ci costa così tanto. Allevare i nostri figli è accompagnare con gioia, paura, successi ed errori l'inizio della vita.

E pensare al declino e alla scomparsa dei nostri genitori ci lascia tristi, arrabbiati e confusi. Questo ci irrita, e ci mette di fronte al film della nostra stessa finitezza. Vedere i nostri anziani testimoniare un lento declino dei guerrieri.

I nostri genitori avranno maggiori probabilità di invecchiare, ma prendersi cura di loro è anche come se stessimo dicendo addio. È per ricordare la nostra relazione, le sfide, le cure, i dolori e le gioie. La scomparsa esiste e rattrista, e se è dei nostri genitori ancora di più.

Ci si deve trovare un sano equilibrio e accompagnare amorevolmente questa fase della loro vita.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentiamorefigligenitorianzianicurainvecchiare
Loading...