CuriositàI 7 segni di un'intossicazione emotiva:

05/02/2018 - 20h

Ti senti vulnerabile, ti arrabbi facilmente e, di tanto in tanto, senti il bisogno di andartene e lasciare tutto. Ti muovo dall'interesse all'indifferenza in un millesimo di secondo, perché non appena hai voglia di realizzare un progetto dopo un pò ti annoi e lasci perdere.

Vivi su un ottovolante costante. Risate e pianti ti accompagnano e ti destabilizzano nei momenti più inaspettati. Ci vuole un grande sforzo per separare le preoccupazioni presenti e passate e l'insicurezza regna nella tua vita.

Spesso reagisci in modo sproporzionato e non riesci ad esprimere chiaramente i pensieri e le tue emozioni, il che ti porta molti problemi. 

Riesci ad identificarti o ad identificare qualcuno che conoscete con queste parole? Questo potrebbe l'effetto dell'intossicazione emotiva o, con problemi emotivi legati allo stress, all'ansia e alla depressione.

Se stai attraversando o hai attraversato momenti emotivamente carichi, probabilmente hai bisogno di eliminare le tue emozioni. Sebbene le cause siano diverse, l'intossicazione emotiva è la conseguenza di non darci un tempo quotidiano per pensare a noi stessi.

1. Sei costantemente sulla difensiva.

Una persona che è intossicata dalle sue emozioni ha attivato una modalità di autoprotezione, attraverso la quale si protegge da ciò che crede possa nuocergli.

Quando le nostre emozioni ci sommergono, possiamo costantemente interpretare male le azioni o percepire le parole degli altri come un attacco. Questo accade perché la nostra autostima è completamente diminuita, il che ci fa sentire vulnerabili a qualsiasi evento. 

Le nostre emozioni ci bloccano e ci rendono selettivi nel frequentare il negativo, facendo sì che qualsiasi cosa insignificante ci colpisca direttamente. Di conseguenza, distorceremo le parole e la volontà degli altri e reagiremo in modo aggressivo e sproporzionato, credendo che dobbiamo proteggerci da un pericolo che è solo nella nostra mente.

2. Le tue percezioni sono alterate.

È probabile che, osservando ciò che accade intorno a te con gli occhiali delle tue emozioni, non ascolti te stesso o gli altri. Dopotutto, può sembrare una perdita di tempo farlo, ma non liberarsi da questi conflitti può causare molti problemi.

Ad esempio, il nervosismo, l'impazienza e le reazioni emotive incontrollate hanno origine qui, nel piccolo ci fermiamo a pensare a come stiamo comprendendo e assistendo a ciò che ci circonda.

Continua a leggere...

3. Sei eccessivamente critico.

Se ti senti molto critico nei confronti di te stesso e degli altri, è possibile che, nel tuo desiderio di avere tutto sotto controllo e impedire a qualcosa di interferire nella tua vita, non ti concedi nessun passo falso, nessun sbaglio. Cerca di essere più benevolo con te stesso e con gli altri.

4. Le tue insicurezze emergono 

La tua autostima è completamente diminuita e ti senti vulnerabile a qualsiasi evento che si verifica. È probabile che tu ti senta di non avere forza e di non essere in grado di capire chiaramente come ti senti, come sei e persino cosa sei capace di fare.

Di conseguenza, penserai che hai bisogno di qualcuno al tuo fianco per soddisfare i tuoi bisogni, per proteggerti e dirigere la tua giornata, perché non puoi fare nulla per te stesso. Ovviamente, questo aspetto deve essere lavorato con l'obiettivo di rigenerare la nostra autonomia e la nostra identità emotiva.

5. Ti senti fuori.

Il sovraccarico emotivo può sopraffarci fino al punto di chiudersi. Sentirsi fuori significa non avere forza e non essere in grado di riattivarsi.

Quando la nostra vitalità è disattivata, scegliamo di chiudere le tende e proteggerci dai nostri sentimenti, rinunciando a una parte essenziale del nostro essere. In breve, ci vuole un grande sforzo, mentale e fisico, per prendere decisioni ed essere consapevoli di tutto, perché non hai la forza per affrontare le sfide quotidiane.

6. Il tuo blocco emotivo ti impedisce di andare avanti

Quando siamo inondati dalle nostre emozioni non siamo in grado di filtrare mentalmente le nostre reazioni emotive e sentimentali. Di conseguenza, la nostra capacità di comunicare, prendere decisioni e andare avanti è diminuita, quindi ci troveremo in situazioni in cui rispondiamo in modo inadeguato o semplicemente non sappiamo come rispondere.

Essere emotivamente intossicati ti impedisce di pensare prima di parlare e di prendere in considerazione ciò che accade. 

Devi sempre avere una testa fredda, un cuore caldo e una mano lunga, disse Confucio. Una reazione calda ci fa controllare le nostre emozioni e scoppiare i nostri impulsi, quindi non saremo noi stessi se agiamo in quel momento.

7. Le vertigini emozionali non ti permettono di dire addio.

Abbiamo paura di sbarazzarci di ciò che è stato con noi, o molto vicino o per molto tempo. Ecco perché non possiamo lasciarlo andare o lasciarlo andare, anche se sta generando sofferenza per noi. Quando le nostre emozioni ci hanno invaso, affrontiamo la paura di un vuoto emotivo ancora più grande. Ciò accade perché comprendiamo che, sebbene la nostra stabilità mentale sta per collassare, ci sono alcuni pilastri fondamentali che non possiamo abbattere.

Dobbiamo dedicarci un tempo per coltivare il nostro interno e purificare le nostre emozioni. Essendo intossicati prendiamo tutto all'estremo e interpretiamo male le parole e le azioni degli altri

Tags
Emozioni7 segniintossicazione emotiva
Ads