AnimaliIl Regno Unito annuncia il divieto di vendita di cani e gatti nei negozi di animali

20/02/2019 - 18h

Molte persone, quando vogliono un nuovo compagno per la famiglia, vedono come migliore opzione i negozi di animali, che di solito hanno molti animali in vendita, in modo che i clienti scelgano i loro preferiti.

Queste persone potrebbero credere che stiano facendo la cosa giusta, ma non sono consapevoli della crudeltà implicata nel commercio di animali domestici.

Nella maggior parte dei casi, le femmine vivono in condizioni molto precarie, senza contatto con il mondo esterno e vengono fatte accoppiare in quasi tutti i periodi fertili, il che indebolisce il loro organismo. Inoltre, non vengono prese misure di protezione in relazione alla propria salute, né a quelle dei cuccioli, che possono portare a molti problemi di salute dopo l'acquisto.

Ci sono molti problemi coinvolti nell'acquisto di animali, ma uno dei problemi di quando si parla di questo è il gran numero di animali che vivono in strada, vittime di ab*si e che soffrono la fame e la malattia, mentre ci sono altri animali che soffrono il commercio rimane vivo.

Tutti gli animali sono degni di una famiglia che li tratta con amore, e quando facciamo la scelta di adottare, invece di comprare, valutiamo la vita, contribuiamo al numero di animali nelle strade a diminuire e indeboliamo il commercio di animali, che, nella maggior parte dei casi, tratta questi esseri come oggetti.

La consapevolezza di questo problema è una responsabilità di tutti noi, ma quando il governo viene coinvolto, i cambiamenti necessari possono accadere anche in modo più rapido ed efficiente.

Un recente esempio di governo consapevole è venuto dal Regno Unito, che ha annunciato un divieto di vendita di cuccioli di cani e gatti nei negozi di animali. 

La misura, secondo il governo, inizierà ad essere adottata nel 2019.

Secondo il Dipartimento per l'ambiente, l'alimentazione e gli affari rurali (Defra) del paese, l'obiettivo principale della legge dovrebbe essere quello di combattere gli ab*si sugli animali.

"Chiunque voglia acquistare o adottare un cane o un gatto di età inferiore a 6 mesi dovrà cercare un allevatore o un ricovero", ha detto Defra.

La popolazione sembra essere dalla parte del governo in questa decisione, poiché le indagini condotte durante l'anno mostrano che il 95% dei cittadini britannici è favorevole al divieto della vendita di cuccioli di cani e gatti nei negozi di animali.

La nuova legge sarà denominata Legge di Lucy in onore del Cavalier King Charles Spaniel, che è stata l'ispirazione per il cambiamento nel commercio di animali domestici. È stata salvata nel 2013 da una "fattoria di cuccioli" dopo aver sofferto molto.

La legge imporrà inoltre ai negozi di animali di negoziare solo con rifugi che rispettano il benessere degli animali o direttamente con i siti di riproduzione.

Una decisione ammirevole per rendere le persone consapevoli dei danni di questo commercio e che incoraggerà anche l'adozione di animali abbandonati.

Condividi questa buona notizia con i tuoi amici sui social network!

Tags
regnounitodivietovenditaanimalicanigattinegozi
Loading...