PensieriNon sono venuta al mondo per essere la madre di colui che dovrebbe essere il mio compagno

27/11/2018 - 15h

Ogni rapporto è unico, e ogni coppia ha problemi che risolve a modo suo, ma di recente una grande ondata di insoddisfazione cresce tra le donne, ne hanno abbastanza per prendersi cura dei loro mariti, come se fossero le loro madri, e non i compagni della loro vita.

La società si è evoluta nel corso degli anni e gli uomini che dipendono dalle loro partner anche per i compiti più piccoli non sono più accettati volentieri.

Le donne hanno sviluppato un maggior senso di autostima, realizzando che non hanno bisogno di un'altra persona al loro fianco per sentirsi abbastanza. Seguono i loro obiettivi e i loro sogni, e le relazioni non sono più la priorità o la garanzia di una vita felice.

In molte famiglie, la routine dell'uomo e della donna è la stessa. Anche l'orario di lavoro, gli hobby e riposo, e in questo senso, è importante che la coppia riesca a bilanciare le funzioni all'interno della casa, e non a sovraccaricare tutto solo su una persona, di solito è la donna a prendersi cura della casa.

Se siete uno di quegli uomini tradizionali che pensano che il posto delle donne è a casa, a prendersi cura della casa e dei figli, probabilmente non troverai un partner con la stessa facilità con cui si trovava anni fa, perché le donne sono diventate più indipendenti, perché la maggior parte sanno che non hanno alcun obbligo in relazione agli uomini nella loro vita, sanno imporsi, perché hanno ragigunto la consapevolezza che una relazione si basa sulla reciprocità, e che non devono essere la madre del loro partner.

Certo, ci sono ancora donne a cui piace dedicarsi alla casa e alla famiglia, e questo è perfettamente normale. Il problema non è la volontà delle donne di prendersi cura della famiglia, ma di essere viste come madri anziché partner romantici.

In una relazione romantica sono coinvolti due adulti che devono essere consapevoli delle proprie responsabilità e doveri all'interno della relazione.

Quando sei aperto a condividere la tua vita con qualcuno, devi abbracciare quella realtà con tutto ciò che ne deriva, incluso un cambio di routine e il rilascio dalla zona di comfort.

Anche in un'unione, ognuno rimane responsabile di se stesso. Le relazioni servono a dividere il nostro viaggio con un'altra persona, non a rendere la persona responsabile dei nostri obblighi.

Nessuno è obbligato a stare con una persona egoista e infantile che non fa la sua parte per far avanzare la relazione. Se sei cresciuto in una famiglia che ti ha sempre dato tutto, sappi che non è compito della persona che sta insieme a te continuare questa eredità.

Amare, prendersi cura, capire, perdonare e sforzarsi sono atteggiamenti belli e necessari in una partnership, ma devono venire da entrambe le parti, non solo dalle donne.

Sebbene storicamente siano state affidate alla cura, le donne non hanno solo questa funzione nella vita, e certamente non dovrebbero essere le madri dei loro partner. Se stai pensando di fare un passo nella relazione e di unirti al tuo partner, sii consapevole dell'equità tra te e lui, cerca di capire che non deve essere una seconda madre per te.

Il marito non è un figlio e le relazioni richiedono grande maturità.

Tags
venutaalmondomadrecompagnodonnetempipassaticasafamigliareciprocitàrelazionematuritàindipendenza