CuriositàPerché uomini e donne cercano la figura paterna o materna in relazioni amorose?

07/10/2018 - 13h

È naturale che uomini e donne cerchino relazioni virtuali o dirette nelle loro vite, con l'obiettivo di trovare una persona che possa rimanere o uscire, vivere insieme o sposarsi. È anche normale scegliere qualcuno con caratteristiche paterne o materne, nel senso di cura e rispetto.

Sono i ricordi positivi di ognuno, che comporranno la sceneggiatura di una relazione affettuosa. Quando queste relazioni lasciano normale, è perché alcune persone durante l'infanzia non hanno superato in modo soddisfacente la fase del complesso.

E in età adulta ci si abitua a riprodurre con i propri partner lo stesso rapporto che si aveva con i propri genitori. Non entreremo nell'approfondimento di questa teoria freudiana. Tuttavia, dalla pratica psicoanalitica troviamo che il complesso di Edipo non adeguatamente elaborato costituisce la principale fonte di problemi nelle relazioni tra coppie.

Il superamento dei conflitti materni o paterni è fondamentale per superare in modo sano il complesso di Edipo. Ma gli uomini e le donne che non hanno svolto questo processo durante l'infanzia tendono a portare il dolore e le esperienze sofferte con i genitori alle dinamiche delle relazioni affettive.

Quindi le scelte che i soggetti fanno dei loro partner hanno un legame diretto con i genitori. È perché simbolicamente il cordone ombelicale non è stato ancora tagliato con i genitori o con chi si prende cura di loro, che hanno sostituito la mancanza della figura materna o paterna.

Pertanto, uomini e donne non possono stabilire relazioni durature e felici, poiché i ricordi costanti dei genitori entrano nella relazione attraverso lamentele o confronti, ad esempio: "Smettila di dirmi queste cose! Sembri mia madre", "Quando non mi presti attenzione, mi ricordi mio padre", "Non voglio più stare con te. Questa relazione mi soffoca, ho vissuto questa situazione con i miei genitori".

Tuttavia, queste persone hanno tutte le condizioni per cercare aiuto psicoterapeutico, che permetterà di risolvere disaccordi con i genitori o conflitti nella misura di ogni sofferenza o impotenza sperimentati durante l'infanzia, perché, come ha detto lo scrittore, Gabriel García Márquez: "I bambini ereditano le follie dei genitori".

Pertanto, il modo migliore è incontrare l'amor proprio come condizione per amare qualcuno e la garanzia di uscire dalla prigione inconscia dell'Edipo completo. E nel momento giusto gli incontri e le riunioni nella ricerca del partner saranno vissuti senza i pesi e le spese del passato.

In ogni caso, fate attenzione, amare se stessi serve come un punto di equilibrio a perdonare i genitori, come ci ha insegnato lo scrittore, Allan Kardec: "Alcuni genitori, è vero, sono negligenti nei loro doveri. Ma è dovere di Dio punirli, e non dei loro figli".

Tags
emozioniamorerelazioneuominidonnefigurapaternamaterna