RiflessioniUn amore un pò diverso...

11/01/2019 - 21h

Queste frasi che vi riporto sono tratte dal libro "Quando amore non mi riconoscerai" dello scrittore Vincenzo di Mattia che è stato accanto alla moglie malata di Alzheimer.

Le riporto perchè parlano di momenti che anche io vivo ogni giorno con mio padre,afflitto dallo stesso male.

Mi hanno commosso e rincuorata e ho pensato di riportarli per chiunque altro attraversi il mio stesso dolore. Ma anche come sorta di promemoria per me, per ricordarmi che anche questo è amore per il mio papà, è solo...diverso da prima, ma sempre amore. 

Ma anche la parola può avere un ruolo importante: se lei pronuncia frammenti di frasi e li mette insieme, seppure in modo incomprensibile, ci si aggrappa alle sillabe mozzate, cercando di scoprire il senso di ciò che vuole comunicare. E' un dialogo dell'assurdo, ma io lo accetto così, pur mutilato. Quando poi, a sera, dopo l'ennesimo bicchiere d'acqua per idratarla, mi avvio verso quell'altrove che non conosce, lei solleva la mano e mi dice "grazie".

Continua a leggere...

La sera, a turno, io e Francesca, come cercatori d'oro clandestini, tiriamo fuori dalla tasca le pepite che siamo riusciti a raccogliere: una frase semplice ma che ci stupisce, la commozione per un tramonto o un Notturno di Chopin, un improvviso lancio di baci. Questo sì, è ancora amore, anche se in una forma diversa, e ripaga della sofferenza 

E così, questo articolo lo dedico al mio papà che non c'è più e che mi manca sia come era prima della malattia, sia come era dopo la malattia, perchè con gli occhi del cuore riuscivamo sempre a vederci per quello che eravamo: due persone legate da un amore immenso. Anche se per me lui era sempre il mio papà, e invece per lui io ero a tratti la sua mamma, alle volte sua moglie...non fà niente...sapeva che eravamo..."amore"...diverso, ma sempre amore! Ciao papy!

Tags
Alzheimeranzianivecchiaiamalattiaamorepadrefigliomaritopezzidiverso
Loading...