CuriositàChi ha paura di amare ha paura di vivere!

14/01/2019 - 12h

Nella sfera terrestre viviamo in un doppio mondo che concettualizza tutto come buono o cattivo, confrontando sempre gli opposti. Sulla base di questa idea, l'amore è sempre paragonato all'odio, ma il contrario dell'amore è la paura.

La paura è il sentimento primordiale e generatore di atteggiamenti estremi che appaiono sotto forma di aggressività, controllo, gelosia, freddezza, rifiuto, disprezzo, ecc.

Proprio come la paura si manifesta attraverso le sue varie maschere, l'amore distorto si manifesta anche come una maschera che maschera la paura.

Un esempio di ciò è la mancanza, la vittimizzazione, l'eccessiva cura dell'altro, che richiede quindi assistenza in cambio, servendo in qualsiasi circostanza, ponendosi in secondo piano nelle relazioni, ecc.

La paura è la vibrazione di energia di frequenza più bassa dell'universo, è la frequenza che si collega al guasto. La mancanza, nel nostro doppio mondo, è l'opposto dell'abbondanza.

L'abbondanza è la connessione con il divino, con la terra che porta frutto, con la fertilità della vita. Il fallimento è l'assenza di fede nella vita.

Pertanto, in modo sistemico, la paura è sul sentiero della mor*te, conduce l'essere umano a situazioni di attaccamento, distruzione, mancanza di realizzazione a diversi livelli.

Continua a leggere...

L'amore genera abbondanza e accoglie persino la paura, togliendone la forza distruttiva e trasformandola in qualcosa di positivo.

Per vivere la vita gustandola e non solo sopravvivendo, è necessario essere liberi dalla paura e fluire nell'amore.

E nel vero amore, tutti i movimenti eliminano naturalmente la dualità cercando situazioni di integrazione, unione e costruttivismo attraverso nuove visioni, accettazione, soluzioni concilianti, creative e positive.

Lascia un mi piace e condividi l'articolo!

Tags
vivereamorepaurarelazionivita
Loading...