PoesieFrida Kahlo, lettere appassionate

25/06/2018 - 15h

Frida Kahlo, lettere appassionate

Nella saliva

nella carta

nell'eclisse.

In tutte le linee

in tutti i colori

in tutti i boccali

nel mio petto

fuori, dentro

nel calamaio, nelle difficoltà a scrivere

nello stupore dei miei occhi

nelle ultime lune del sole

(il sole non ha lune) in tutto.

Dire "in tutto" è stupido e magnifico.

Diego nelle mie urine, Diego nella mia bocca

nel mio cuore, nella mia follia, nel mio sogno

nella carta assorbente, nella punta della penna

nelle matite, nei paesaggi, nel cibo, nel metallo

nell'immaginazione.

Nelle malattie, nelle rotture, nei suoi pretesti

nei suoi occhi, nella sua bocca

nelle sue menzogne.

Frida Kahlo

"Da quando mi sono innamorata di te, ogni cosa si è trasformata ed è talmente piena di bellezza… L’amore è come un profumo, come una corrente, come la pioggia. Sai, cielo mio, tu sei come la pioggia ed io, come la terra, ti ricevo e accolgo."

Tags
lettereappassionateamorefridakahloemozionipoesiamagnificadolcepensierimessico