CuriositàI pensieri guariscono più della medicina

27/02/2019 - 12h

Bruce Lipton, un biologo cellulare americano di 70 anni, ha causato una piccola rivoluzione nel mondo scientifico dopo il lancio del suo libro "The Biology of Belief" nel 2006, che in seguito è stato dichiarato uno dei migliori libri scientifici e trattato i concetti di scienza e spirito.

Bruce Lipton postulò quanto segue: quali condizioni un organismo vivente è il suo "ambiente" fisico ed energetico, non la sua carica genetica, come afferma la moderna sintesi evolutiva, e che gli esseri umani come organismi viventi non erano determinati dai loro geni, ma condizionati dall'ambiente e soprattutto a causa delle loro credenze, che li ha resi i padroni assoluti del loro destino.

Per spiegare, Lipton espone il seguente esempio: Ci hanno fatto credere che il corpo sia una macchina biochimica controllata da geni su cui non può esercitare alcuna autorità. Ciò implica che siamo vittime di una situazione. Non scegliamo questi geni, li riceviamo alla nascita e programmano cosa accadrà.

''Ho già lavorato con le celle negli anni '60 e sono stato un pioniere perché a quel tempo c'erano pochissime persone che ci lavoravano. E un esperimento che ho fatto in quel momento ha cambiato la mia visione del mondo. Ho raccolto tre gruppi di celle e li ho posizionati in tre piatti, e ho cambiato il mezzo di crescita e le componenti ambientali in ciascuno di essi.''

Continua a leggere...

''Poi ho scoperto che una delle placche formava l'osso in un altro muscolo e in un altro nelle cellule lipidiche. Cosa controllava il destino di ognuno di loro se fossero geneticamente identici? Questo dimostra che i geni non controllano tutto, è l'ambiente. L'essere umano controlla, a seconda di come legge l'ambiente, di come la sua mente lo percepisce.''

La linea di fondo è che non siamo limitati dai nostri geni, ma dalla nostra percezione e dalle nostre convinzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierimedicinagenipercezioneconvinzioni
Loading...