CuriositàLa legge del ritorno è importante: ciò che semini, raccoglierai.

21/04/2019 - 12h

Spesso trovare esseri disgustati della vita, a disprezzare la gratitudine per tutte le esperienze, cominciano ad agire il loro ruolo di vittima, trascurando il potere che hanno in relazione alle loro scelte quotidiane.

Quindi seminano lamenti, lamentano, vedono ingratitudine in tutto e tutti. Sono sempre chiamati disprezzati, perseguitati, umiliati, sviliti dal mondo e dalle pene della vita.

Spesso, molti passano frugando tra il passato nella ricerca conferma che l'universo cospira contro di loro, che la vita è sempre più difficile, che le loro lotte sono più sanguinoso, i suoi genitori non amato abbastanza, che il loro amore mai corrispondevano all'altezza.

Quindi, creiamo un ciclo in cui siamo attaccati a queste idee mentali di scarsità di vita, affetto, scarsità di prosperità, amicizia e amore. Quando cerchiamo i carnefici per le nostre vite, diventiamo spesso i tormentatori del nostro giudizio e condanna. E si rivolterà contro di noi.

Continua a leggere...

Dobbiamo capire che ciascuno dà di ciò che ha e spesso tutti gli altri è ancora insufficiente e poco al destinatario. Così, vittimizzare sul tentativo di sublimare il dolore non superato, per poi giustificare ciò che pensiamo dei nostri fallimenti o passiamo ad altri la responsabilità della nostra vita in cui ci portano in un vortice che sicuramente sarà di dolore, causato da altre persone, che in questo caso ci renderanno sempre meno proprietari del nostro destino.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierileggeritorno
Ads