Pensieri"Perdonare non vuol dire dimenticare, ma ricordare senza soffrire"

05/07/2020 - 09h

Il perdono è un argomento che è sempre stato dibattuto.

Molti di noi sono cresciuti imparando e concordando sul fatto che dovremmo essere in grado di perdonare gli altri per il danno che ci hanno fatto, perché i maggiori beneficiari di questo siamo noi stessi. Altri non sono d'accordo con questo e credono che alcuni atteggiamenti non meritino il perdono e sono disposti a sacrificare le relazioni a favore di tale opinione.

Uno dei motivi principali per cui il perdono non è accolto dalle persone è perché credono che sia impossibile perdonare e dimenticare e che sia ipocrisia dire che siamo in grado di rilasciare il perdono e cancellare automaticamente dalle nostre menti e cuori tutta la sofferenza che qualcuno ci ha causato.

Questo problema è molto complesso. 

È possibile concordare sul fatto che dimenticare non è qualcosa che ci viene facilmente, soprattutto se il dolore proviene da una persona che abbiamo molto amato e di cui ci siamo completamente fidati.

“Perdonare non vuol dire dimenticare il danno che l'altro ci ha fatto, ma ricordare senza soffrire ”.

Questa frase è potente e riflessiva e ci fa ripensare a cosa significhi davvero perdonare qualcuno.

Sebbene il perdono sia un dono, una grande qualità, che ci libera dai legami emotivi, siamo tutti umani, quindi lo adattiamo alla nostra realtà.

Perdonare non significa necessariamente dimenticare, soprattutto perché le ferite e i traumi che un'altra persona ci ha causato non scompaiono nel tempo, né dalla mente né dal cuore.

Continua a leggere...

Rilasciare il perdono significa poter ricordare ciò che è accaduto senza soffrire nell'anima e senza permettere all'atteggiamento dell'altra persona di togliere la nostra pace o la nostra motivazione a camminare e raggiungere i nostri sogni e obiettivi.

Perdonare è seguire la propria vita libera da tutte le intenzioni negative inviate verso di noi da qualcun altro. È alzarsi, raccogliere i pezzi del nostro cuore e comporre noi stessi, evitando di nutrire qualsiasi sentimento dentro di noi che possa danneggiare la nostra felicità.

Per perdonare, non dobbiamo dimenticare, ma essere in grado di liberare tutti i sentimenti negativi relativi all'azione dell'altra persona.

Dobbiamo metterci al primo posto e amarci prima di tutto, non permettere a nessun sentimento negativo di abitare in noi.

Quindi perdona, anche se non riesci a dimenticare. È il distacco dalla sofferenza che ti aiuterà ad andare avanti e ricostruirti per una vita migliore.

Condividi la riflessione sui tuoi social network.

Tags
perdonaredimenticareandareavantivitadoloresentimentipositiviricordo
Ads