CuriositàQuando ti vergogni della tua famiglia

09/01/2019 - 20h

Se ti vergogni della tua famiglia, forse è perché ci sono problemi o difficoltà irrisolte. Quindi, considerando che la maggior parte dei conflitti con la nostra famiglia ci sono durante l'adolescenza, è in quel momento in cui la guardiamo con occhio critico e implacabile.

Vogliamo differenziare noi stessi ed è per questo che prendiamo nota di tutti i loro difetti ed errori. È una parte normale del nostro sviluppo. Tuttavia, a volte questi conflitti non vengono risolti quando maturiamo, ma persistono nell'età adulta.

Diciamo che la vergogna è un sentimento in cui il punto di riferimento fondamentale è lo sguardo degli altri. Viene sperimentato quando viene esposto qualche aspetto di noi stessi che troviamo riprovevole e che altri potrebbero censurare. Lo sguardo degli altri è al centro di tutto questo.

Quando ti vergogni della tua famiglia, in un modo o nell'altro è come se ti vergognassi di te stesso. L'umanità è un grande albero e ognuno di noi è come una foglia, che a sua volta appartiene a un ramo specifico.

Continua a leggere...

Facciamo parte di quel ramo. Da lei siamo nati e da lì la nostra vita ha preso forma. Analogamente, siamo parte della famiglia e lei è parte di noi. È qualcosa che ci costituisce. Questa vergogna è valida? Dovremmo lavorare per superarlo?

Se ti vergogni della tua famiglia per ragioni oggettive, è consigliabile prendere le distanze. Non necessariamente della tua famiglia, ma delle tue azioni. Puoi farlo apertamente e non attraverso l'occultamento  

Nel caso in cui la vergogna provenga dai tuoi complessi di classe o condizione, forse è più appropriato riflettere sui tuoi valori. Forse il problema non è la tua famiglia, ma alcuni complessi che trascini. Ne vale la pena valutarlo.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierivergognafamigliamotiviconflitti
Ads