PensieriVittimizzazione cronica: persone che lavorano in "modalità reclami"

21/03/2019 - 20h

Tutti noi, ad un certo punto o in un altro, assumiamo il ruolo delle vittime. Tuttavia, proprio come ci sono persone che si sentono in colpa per tutto, ci sono persone che diventano vittime permanenti, soffrono di quella che può essere considerata una "vittimizzazione cronica".

Queste persone sono travestiti da vittime falsi, consciamente o inconsciamente, per simulare l'aggressione inesistente e tra l'altro la colpa agli altri, liberandosi da ogni responsabilità.

In realtà, la vittimizzazione cronica non è una patologia, ma può portare a un disturbo paranoide quando si insiste a incolpare gli altri per i mali che soffrono.

Inoltre, questo modo di affrontare il mondo, di per sé, porta ad una visione pessimistica della realtà, che produce disagio, sia nella persona che afferma come la persona che ottiene la colpa.

In molti casi, la persona che abbraccia la vittimizzazione cronica finisce per nutrire sentimenti molto negativi, come il risentimento e la rabbia, che portano a una vittimizzazione aggressiva.

È il caso tipico di coloro che non solo si lamentano, ma attaccano e accusano gli altri, mostrando intolleranza e violando continuamente i diritti delle persone.

Continua a leggere...

Radiografia di una vittima cronica:

- Deforma la realtà

- Trovano conforto nel lamento.

- Cercano continuamente colpevoli

- Sono incapaci di sincere autocritiche

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierivittimismocronicocolpevolimodalit
Ads